Informazioni utili 2018-01-19T17:22:41+00:00

Consigli vari per il cittadino

Assegnazione di un numero di nascita
La domanda di assegnazione di un numero di nascita può essere presentata da un cittadino straniero che fa domanda per l’assegnazione di un numero di nascita di osservare le condizioni stabilite dalle norme di legge speciali

Un numero di nascita è un numero di dieci cifre che può essere diviso per undici senza alcun residuo. Le prime due cifre rappresentano l’anno di nascita; le seconde due cifre esprimono il mese di nascita – nel caso delle femmine è aggiunti 50; e la terza due cifre rappresentano la data di nascita. Le ultime quattro cifre distinguono tra persone nate nello stesso giorno di calendario.

I numeri nascita assegnati a persone nate prima del 1 gennaio 1954 hanno la stessa struttura, ma sono composti da nove numeri a due cifre, avendo solo tre cifre alla fine, e non soddisfano la condizione di essere diviso per undici.

La domanda di assegnazione di un numero di nascita può essere presentata da un cittadino straniero che fa domanda per l’assegnazione di un numero di nascita di osservare le condizioni previste dalla normativa di legge speciali (per esempio legge n 48/1997 Coll. Sulla assicurazione sanitaria pubblica e sulla modifica e Supplemento di alcune leggi correlate, come modificato, oppure legge n 582/1991 sulla organizzazione e la realizzazione di previdenza sociale, così come modificato).

La domanda di assegnazione di un numero di nascita può essere presentata personalmente o spedita per posta ordinaria. Le domande di assegnazione di un numero di nascita devono essere presentate presso il Ministero dell’Interno, le attività amministrative Dipartimento, náměstí Hrdinů 3, 140 21 Praga 4.

La domanda di assegnazione di un numero di nascita deve essere in forma scritta, deve essere motivata, e deve includere:
nome o nomi, cognome o le rispettive variazioni; cognome da nubile; giorno, mese e anno di nascita; posto e il quartiere di nascita; Se un individuo è nato all’estero, quindi il luogo e paese di nascita; sesso  e nazionalità.
La domanda di assegnazione di un numero di nascita deve essere scritto in ceco e arredata con una traduzione ufficiale. Esso deve includere la firma ufficialmente verificata del richiedente, ma questo non è, tuttavia, necessario nel caso in cui il richiedente sottoscrive l’applicazione in presenza di un funzionario del Ministero degli Interni. La domanda deve essere supportata da un documento comprovante la data e il luogo di nascita e nazionalità. Se tale documento è scritto in una lingua diversa dalla lingua ceca, allora è necessaria la sua traduzione ufficiale in lingua ceca.

Forme
La domanda di assegnazione di un numero di nascita può essere presentata in una forma prescritta o sotto forma di una lettera scritta. La ‘domanda di assegnazione di un numero di nascita’ modulo è disponibile presso tutti gli uffici in cui possono essere presentate tali applicazioni.

Le spese amministrative
Assegnazione di un numero di nascita avrà un costo di CZK 1.000. Il pagamento viene effettuatoo da un bollo o dal trasferimento al relativo conto bancario.
La tassa amministrativa è pagabile il giorno della distribuzione delle applicazioni o poi, comunque, sempre prima che viene assegnato il numero di nascita.

Limiti di tempo
30 giorni dalla data di presentazione della domanda pertinenti sono state debitamente consegnato al Ministero degli Interni.

POLITICA DELLA CASA

Dal punto di vista dello Stato, il principio e l’obiettivo della politica della casa consistono, in particolare, nella costruzione ambiente giuridico, istituzionale e fiscale desiderabile per le attività di tutti gli attori sul mercato immobiliare. documenti concettuali, informazioni sui programmi di sostegno in materia di alloggi e le statistiche relative ai dati sulle abitazioni o finanziamento di abitazioni possono essere trovati in questa sottosezione.

 
Il principio e l’obiettivo della politica della casa consistono, in particolare, nella costruzione ambiente giuridico, istituzionale e fiscale desiderabile per le attività di tutti gli attori sul mercato immobiliare. Lo Stato non deve frenare funzionamento economico del mercato immobiliare; essa, tuttavia, deve allo stesso tempo prendere misure di sostegno mirate su quei gruppi di famiglie, che non possono garantire la loro abitazioni sul mercato da soli. Il concetto di politica abitativa approvato dal governo costituisce un documento strategico vincolante per tutti i ministeri, che stabilisce le indicazioni di base dello sviluppo e degli obiettivi specifici nel campo delle abitazioni.
Dal punto di vista degli attori sul mercato immobiliare degli obiettivi della politica degli alloggi sono i seguenti:
  • Funzionamento del mercato immobiliare, comprese le disposizioni di legge in materia di uso del proprietario, affittati così come cooperativa edilizia, l’applicabilità delle leggi inclusa; l’eliminazione del prezzo e le distorsioni legali nel segmento delle abitazioni in affitto è un elemento costitutivo di questo obiettivo,
  • Miglioramento di accessibilità finanziaria degli alloggi per le famiglie , comprese le prestazioni sociali nel settore degli alloggi per compensare le spese complessive per l’edilizia abitativa di un nucleo familiare con reddito più basso,
  • Ampliamento dell’offerta di alloggi, anche attraverso il sostegno per una nuova costruzione, comprensivo di costruzione di appartamenti destinati a scopi sociali,
  • Miglioramento della qualità delle abitazioni, compresa l’assistenza ai proprietari di gestione, manutenzione, riparazione e ammodernamento del patrimonio edilizio,
  • Monitoraggio continuo del mercato immobiliare, così come il monitoraggio di efficienza ed efficacia dei singoli strumenti di sostegno e loro regolazione,
  • Applicazione delle regole non discriminatorie del mercato comune dell’Unione europea, le condizioni di concorrenza inclusi, e la compatibilità degli aiuti pubblici con le leggi comunitarie.
Gli obiettivi sopra menzionati vengono realizzati mediante disposizioni di legge (codice civile che fornisce informazioni per l’affitto piatto, legge sulla aumento unilaterale di Flat Rent, legge sulla proprietà di appartamenti, ecc) ed inoltre per mezzo di strumenti di sostegno nel settore degli alloggi. Essi comportano programmi finanziati dal bilancio dello Stato attraverso il Ministero per lo Sviluppo Regionale della Repubblica Ceca, così come gli aiuti finanziati dai mezzi del Fondo edilizio di Stato sulla base dei singoli ordini esecutivi governative che specificano modalità e l’estensione di particolari forme di l’assistenza.

Il matrimonio tra cittadini cechi e stranieri in Repubblica Ceca
Un cittadino della Repubblica ceca può contrarre matrimonio con un cittadino straniero nella Repubblica Ceca attraverso un matrimonio civile o religioso. Un matrimonio è contratto da parte del consenso libero e completa dell’uomo e della donna che intendono contrarre matrimonio (i fidanzati), dichiarando che stanno entrando in matrimonio. Una dichiarazione congiunta del consenso è reso pubblico durante la cerimonia nuziale, in presenza di due testimoni.

Parti e condizioni
Uffici di Vital Records ( ‘matriční Úřad’) richiedono documenti attraverso i quali i fidanzati possono dimostrare competenza legale di contrarre matrimonio. I documenti da presentare sono stipulati dalla legge n 301/2000.

Documenti presentati devono soddisfare i requisiti di atti pubblici. Se essi sono emessi da autorità straniere che devono essere forniti con i documenti autenticati richiesti ( superlegalization, Apostille ) a meno che un accordo internazionale prevede altrimenti. Tali documenti devono essere autenticati ufficialmente tradotti in lingua ceca.

Come e dove applicare
per decidere preliminarmente sul luogo e la data di un matrimonio previsto;
in caso di un matrimonio religioso, contattare la persona autorizzata responsabile della Chiesa particolare o comunità religiosa

Secondo § 33 della legge  un fidanzato che è un nazionale ceco e ha la residenza permanente nella Repubblica Ceca, deve dimostrare la sua identità e fornire anche i seguenti:

certificato di nascita
la prova di cittadinanza ceca
estrarre dal sistema d’informazione dell’abitante Records sul suo / la sua luogo della sua / sua residenza permanente
estrarre dal sistema d’informazione dell’abitante Records sul suo / la sua condizione personale
una sentenza definitiva e conclusiva sul divorzio in relazione a qualsiasi precedente matrimonio o il certificato di morte di ogni coniuge deceduto, o di un estratto ufficialmente autenticato dal registro delle unioni registrate dimostrando che tale partenariato registrato è stato terminato da una decisione giudiziaria, o il certificato di morte di qualsiasi socio defunto.

Un cittadino ceco non è obbligato a presentare documenti a) ad e), se l’Ufficio di Vital Records ha accesso esterno al Registro degli Abitanti, Sistema Informativo dell’abitante Records e il sistema di informazione di ID, o il richiedente è in grado di dimostrare queste fatti da parte presentando il suo ID.

Secondo §34 della legge sugli Uffici di Vital Records, un fidanzato che è un nazionale ceco e ha la residenza permanente all’estero, deve dimostrare la sua identità e sostenere la forma prescritta dagli elementi sopra elencati, o simili, se i problemi dei paesi esteri tali documenti. Articoli C) ed) o documenti simili devono essere rilasciati dal paese del suo / la sua residenza permanente, se i problemi di stato tali documenti.

Secondo § 35 della legge sugli uffici di Vital Records, un fidanzato che è un cittadino straniero deve supportare la forma prescritta dal seguente:
la sua / il suo certificato di nascita;
un documento comprovante il suo / la sua nazionalità;
un certificato attestante il suo / la sua competenza legale di contrarre matrimonio – che non può essere, a partire dalla data del matrimonio, di età superiore a sei mesi;
un certificato attestante il suo / la sua condizione personale e la residenza, se tali certificati possono essere emessi dal paese interessato;
il certificato di morte di ogni coniuge deceduto, se lo straniero è una vedova (er); tale certificato non è necessario se questo fatto è incluso nel certificato sulla competenza legale di contrarre matrimonio;
una sentenza definitiva e conclusiva sul divorzio con riferimento a qualsiasi precedente matrimonio se il cittadino straniero interessato è divorziata;
un certificato attestante che il matrimonio sarà accettata come valida, se si conclude con un proxy;
una sentenza definitiva e conclusiva termina un’unione domestica registrata o di un certificato di morte di qualsiasi partner defunto, se il cittadino straniero viveva in un partenariato;
prova d’identità.
I prodotti di cui alla lettera b) attraverso d) possono essere contenuti in un unico documento. La cittadinanza può essere provata da un passaporto.

Un fidanzato che è nazionale straniera secondo il § 35/2 devono inoltre presentare al competente Ufficio di Vital Registra un certificato rilasciato dalla polizia ceca degli Esteri che lui / lei può legalmente rimanere nella Repubblica Ceca. Questa regola non si applica ai cittadini dell’Unione Europea, Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera e dei loro familiari. Tale certificato può non essere alla data del matrimonio più vecchio di sette giorni lavorativi.

Per ulteriori informazioni riguardanti il rilascio di tali certificati (ad esempio gli orari di apertura della Polizia Esteri) vedono qui .

Documenti da presentare emessi da autorità estere devono essere autenticate ufficialmente ( superlegalization, Apostille ), a meno che un accordo internazionale disponga diversamente, e devono essere tradotti ufficialmente in lingua ceca. Un Ufficio di Vital Records può rinunciare ad esigere per i documenti autenticati se c’è un ostacolo quasi insormontabile per ottenerli (§ 6 par. 3 della legge n 94/1963 Coll. Sulla famiglia, e successive modifiche). Per maggiori informazioni si prega di rivolgersi a qualsiasi ufficio di Vital Records.

Forme
Fidanzati possono ottenere il Questionario per contrarre matrimonio in qualsiasi Ufficio di Vital Records. Parte 1 del questionario sarà compilato insieme ad un funzionario dell’Ufficio di Vital Records (registrar). Parte 2 è completato solo dal registrar in questione.
Il protocollo sul contraente il matrimonio è compilato da un registrar insieme ai fidanzati, o almeno un fidanzato in conformità con gli atti pubblici e documenti presentati da entrambi i fidanzati.
tasse
Entrando nel matrimonio tra due persone nessuno dei quali ha la residenza permanente nella Repubblica Ceca – CZK 3.000 .
Entrando nel matrimonio tra due persone una delle quali ha la residenza permanente nella Repubblica Ceca – CZK 2, 000 .
Il permesso di entrare in matrimonio al di fuori dell’orario di lavoro o no in un ufficio ufficialmente designato per i matrimoni – CZK 1, 000
In tutti gli altri casi un costo amministrativo per entrare in matrimonio non è impostato.
Un fidanzato pagherà CZK 500 per un certificato attestante il suo / la sua competenza legale di contrarre matrimonio.
Le tasse sono pagate in contanti o con un assegno postale prima della data del matrimonio.

Limiti di tempo
sono stati specificati senza limiti di tempo.

ulteriori partecipanti
Se uno dei fidanzati non parlare o capire Repubblica, o il fidanzato / s è / sono sordi e / o mute, è necessaria la presenza di un interprete durante la cerimonia. L’interprete deve essere portato da uno dei fidanzati che sarà anche coprire i costi relativi. In tali casi, il matrimonio non può essere contratto senza la presenza di un interprete. Se l’interprete non è stato ufficialmente nominato dal Ministero della Giustizia o il presidente di un tribunale regionale, l’interprete è tenuto a prestare giuramento in presenza di un funzionario presso l’Ufficio di Vital Records. La formulazione di tale giuramento è prescritto da un regolamento speciale ( legge n 36/1967 Coll. Sul esperti ufficiali e Interpreti (pdf, 699 kB)). La formulazione del giuramento è presentata dal cancelliere.Pertanto è necessario per fidanzati per informare il cancelliere rilevante del fatto che essi non parlano ceco, o sono sordi e / o mute, mentre i loro documenti vengono elaborati prima del matrimonio stesso.

L’interprete firma il protocollo sui contraenti matrimonio. Lui / lei dimostra il suo / la sua identità al registrar.

Una dichiarazione entrando in matrimonio è fatta pubblicamente durante la cerimonia nuziale, in presenza di due testimoni . Il primo nome (s), cognome, numero di identità o la data di nascita, luogo, e il quartiere (paese) di nascita sono inclusi nel protocollo sulla contraenti matrimonio. I testimoni rivelano la loro identità con documenti di identità validi.

Fonti legali:
Legge n 94/1963 Coll. sulla famiglia, come ammended (pdf, 708 kB)
Legge n 301/2000 Coll. su Uffici di Vital Records, nomi e cognomi e sulla modifica taluni altri atti correlati, come modificato (pdf, 452 kB)
Decreto n ° 207/2001 Coll. Attuazione della legge n 301/2000 Coll. su Uffici di Vital Records, nomi e cognomi e sulla modifica taluni altri atti correlati, come modificato (pdf, 108 kB)
Legge n 97/1963 Coll. sul diritto internazionale privato e processuale, come modificato (pdf, 877 kB)
Comunicazione n 235/1995 Coll. Del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Ceca concernente l’accordo tra la Repubblica ceca e la Repubblica slovacca sulla regolazione di alcune questioni in materia di Uffici di Vital Records e cittadinanza (pdf, 156 kB)

Documenti legali supplementari:
Legge n ° 634/2004 Coll. sulle tasse amministrative, e successive modifiche (pdf, 5 MB)
Legge n ° 326/1999 Coll. sul soggiorno degli stranieri nella Repubblica Ceca e sulla modifica delle altre leggi (pdf, 663 kB)
Legge n ° 325/1999 Coll. in materia di asilo e la modifica della legge n 283/1991 Coll. Sulla Polizia della Repubblica Ceca, e successive modifiche (pdf, 663 kB)